Lo Studio è in grado di fornire consulenze di vario tipo per quanto riguarda l’impiantistica elettrica:

- Impianti elettrici civili ed industriali;

- Impianti elettrici per locali soggetti a normativa specifica;

- Computi metrici ed elenchi prezzi;

- Studi illuminotecnici per interni ed esterni;

- Quadri elettrici;

- Valutazione delle probabilità di fulminazione;

- Dichiarazioni di rispondenza...

In particolare, per quanto riguarda l’ultimo punto, si riporta brevemente che cos’è e a che cosa serve la Dichiarazione di Rispondenza:

Dal 13 marzo 1990, con l’entrata in vigore il della legge 46/90, tutti gli impianti avrebbero dovuto essere accompagnati da una dichiarazione di conformità. Come è noto, la dichiarazione di conformità è rilasciata, prima della consegna degli impianti, dall'impresa installatrice che ha effettuato i lavori, a garanzia che gli stessi sono stati realizzati secondo la regola dell’arte. L’obbligo di dichiarazione di conformità continua a valere anche dopo l’entrata in vigore, il 27 marzo 2008, del DM 37/08 che ha sostituito la vecchia 46/90.

In pratica, gli impianti eseguiti fra il 13 marzo 1990 e il 27 marzo 2008 dovrebbero possedere la dichiarazione di conformità (per gli impianti installati prima del 13 marzo 1990 invece non è obbligatorio avere la dichiarazione di conformità, in alcuni casi può o deve essere richiesta la dichiarazione di rispondenza) ma, ciononostante, spesso ne sono privi.

Per correggere queste situazioni, per documentare che un impianto, o una sua parte, presenta gli essenziali requisiti di sicurezza, il DM 37/08, art. 7, comma 6, ha introdotto un’ulteriore possibilità per il conduttore dell’impianto privo della dichiarazione di conformità, la dichiarazione di rispondenza. Solo per gli impianti realizzati fino al 27 marzo 2008, data di entrata in vigore del DM 37/08, la dichiarazione di conformità può essere dunque sostituita da una dichiarazione di rispondenza.

Per qualsiasi informazione o altre richieste, non esitate a contattarci.